Andrew Faber – Cento secondi in una vita

Perché leggere questo libro: bisogna amarli i poeti, gli artisti, i musicisti, chi ha scelto di donare la propria anima al cocente bisogno di mettersi a nudo, qui troviamo un uomo che vuole amare, disperatamente, possiamo amarlo anche noi semplicemente leggendolo. (Anna Chiara Sancesario)

Ognuno di noi vive nel proprio silenzio, a volte pieno di mostri e ansie, possiamo però uscirne come il protagonista di questo prezioso racconto. A volte trovare il coraggio di mettersi in discussione e vivere una nuova sfida ci avvicina un gradino in più alla felicità e  i versi poetici romantici magari accompagnati da due lunghe gambe adornate con calze nere a rete possono farci entrare in remote librerie di periferia e farci innamorare. 

Andrew Faber nome d’arte dell’autore romano Andrea Zorretta, poeta, musicista e performer ama raccontarci le donne, di cui si innamora o semplicemente attirano il suo sguardo nella folla. 

In questo libro infatti possiamo trovare la possibilità per un uomo sedentario e annoiato di essere felice.

Perché leggere questo libro: bisogna amarli i poeti, gli artisti, i musicisti, chi ha scelto di donare la propria anima al cocente bisogno di mettersi a nudo, qui troviamo un uomo che vuole amare, disperatamente, possiamo amarlo anche noi semplicemente leggendolo. (Anna Chiara Sancesario)


Lusso da scioperati 

Così Giovanni Verga definì, con una consapevole dose di provocazione, l’arte del suo tempo. E oggi? Che cosa resta e che valore ha l’espressione artistica, culturale, letteraria, musicale, teatrale? Che spazio occupa tutto ciò che non è “lavoro”?
In questo momento difficile,  noi del gruppo cultura, ‘scioperati’  nelle ambizioni corali per forza maggiore, continuiamo a pensare che  quello che è detto lusso sia un bisogno primario del nostro mondo e allo stesso tempo una inesauribile linfa di vita.

Condividi sui social:

Lascia un commento