Cristina Cattaneo – Corpi, scheletri e delitti. Le storie del Labanof

Perché leggere questo libro: mi è piaciuto questo libro perché come archeologa mi affascina l’indagine sulla morte, vista come la possibilità di far raccontare ai defunti la propria esistenza attraverso i loro resti. Come essere umano ritengo che restituire un nome a chi non ha più altro sia un gesto di profonda pietas. (Federica Guidi)

Cristina Cattaneo, medico legale e antropologa, racconta in questo libro forte, a volte crudo ma mai morboso, le storie del LABANOF, acronimo di sapore un po’ sovietico che cela il Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forensi. Il suo è un viaggio nelle scienze forensi, nel mondo del crimine e della violenza, nel mondo della storia recente e in quella antica. 

A lei e alla sua squadra spetta anche il lavoro di ricostruire l’identità dei morti senza nome. Una operazione complessa, talvolta dolorosa, legalmente importante ma anche pietosa e necessaria per restituire la dignità di persona ai defunti e il diritto ad essere pianti dai propri cari. In questo libro si intrecciano storie di prostitute, di migranti, di viaggiatori, di santi, di antichi signori, con quelle di un gruppo di medici, biologi, archeologi, naturalisti appassionati e tenaci.

Perché leggere questo libro: mi è piaciuto questo libro perché come archeologa mi affascina l’indagine sulla morte, vista come la possibilità di far raccontare ai defunti la propria esistenza attraverso i loro resti. Come essere umano ritengo che restituire un nome a chi non ha più altro sia un gesto di profonda pietas. (Federica Guidi)


Lusso da scioperati 

Così Giovanni Verga definì, con una consapevole dose di provocazione, l’arte del suo tempo. E oggi? Che cosa resta e che valore ha l’espressione artistica, culturale, letteraria, musicale, teatrale? Che spazio occupa tutto ciò che non è “lavoro”?
In questo momento difficile,  noi del gruppo cultura, ‘scioperati’  nelle ambizioni corali per forza maggiore, continuiamo a pensare che  quello che è detto lusso sia un bisogno primario del nostro mondo e allo stesso tempo una inesauribile linfa di vita.

Condividi sui social:

Lascia un commento