The Last Duel, di Ridley Scott

Ispirato da una storia vera raccontata dagli storici dell’epoca, i personaggi svelano un mondo medievale di rituali e credenze alle apparenze così distante da noi.  Jean de Carrouges e Jacques Le Gris, nell’ultimo “duello di Dio” avvenuto in Francia nel 1386, si devono contendere la vita e la verità. La verità svelata da Dio, scegliendo di salvare uno a discapito del suo avversario, in questa lotta all’ultimo sangue.  La verità di scoprire se è vero che la moglie di Jean de Carrouges, Marguerite de Thibouville, è stata realmente violentata contro la sua volontà da Jacques Le Gris oppure si è inventata tutto, togliendo di conseguenza l’onore al marito. E anche la vita, secondo le volontà divine.  Un film diviso in tre parti, tre prospettive, tre verità differenti. Tre personaggi con un punto di vista specifico, con traumi e un onore da difendere. Una storia avvincente e intrigante, come un regista del calibro di Ridley Scott sa fare. 

Perché vedere questo film: La domanda che sorge guardando quest’opera diventa: Qual è la vera verità di una storia? Di una qualsiasi storia, si intende.

Personaggi vissuti in un periodo tanto distaccato dalla nostra società e dalla nostra verità, ma così vicini dal punto di vista emotivo in sentimenti così intrinsechi dentro ognuno di noi: il rispetto, l’oonore, l’amore, l’invidia. Le tematiche raccontate ci impressionano dentro, come quella delle violenze, in cui le domande poste al processo sono così dannatamente simili a quelle che certe ragazze devono sentirsi fare ancora nel XXI secolo. (Agnese Monari)


Lusso da scioperati 

Così Giovanni Verga definì, con una consapevole dose di provocazione, l’arte del suo tempo. E oggi? Che cosa resta e che valore ha l’espressione artistica, culturale, letteraria, musicale, teatrale? Che spazio occupa tutto ciò che non è “lavoro”?
In questo momento difficile,  noi del gruppo cultura, ‘scioperati’  nelle ambizioni corali per forza maggiore, continuiamo a pensare che  quello che è detto lusso sia un bisogno primario del nostro mondo e allo stesso tempo una inesauribile linfa di vita.

Condividi sui social:

Lascia un commento