Un Premio di Laurea può portarti a… – Eumeca S.r.l. – Ingegneria Meccanica – part 3

…mentre fino a un po’ di anni fa si pensava esclusivamente a Mazinga e a cose del genere quando si diceva esoscheletro o aumento delle capacità fisiche, oggi girano fornitori facendo vedere le possibilità, e […] i benefici che possono offrire.

Massimiliano Piccioli
Prosegue l’intervista di Alessandro Bevilacqua a Massimiliano Piccioli CEO Eumeca srl e Massimo Governatori sull’oggetto del premio di laurea che Eumeca ha finanziato in sviluppo e applicazioni di robot collaborativi ed esoscheletri.

[M.G.] Il premio è destinato anche a tesi sugli esoscheletri. È un tema che mi piace particolarmente perché nella mia carriera lavorativa ho lavorato su questi temi. Gli esoscheletri fanno parte delle cosiddette tecnologie aumentative e vengono applicati in moltissimi contesti diversi ma hanno visto il loro forte sviluppo, diciamo, grazie all’interesse che hanno suscitato, anni fa ormai, nel settore militare americano e come spesso accade quella tecnologia è stata poi portata in campo medico, per uso riabilitativo, che è in particolare quello in cui ho lavorato in prima persona, e negli ultimi anni iniziamo a vederli anche in ambito industriale. Ad esempio, moltissime case automobilistiche attualmente dotano i propri operatori sulle linee produttive di esoscheletri per supportare il lavoratore quando esegue operazioni che comporterebbero un elevatissimo stress su muscoli ed articolazioni, che è anche uno dei temi di cui parlava Massimiliano, appunto.

[M.P.] Abbiamo iniziato ad interessarci agli esoscheletri proprio in questa occasione perché ci siamo accorti che la possibilità di implementare robot antropomorfi era comunque troppo complicata e poco flessibile con le esigenze mutevoli del mercato, mutevoli sempre più velocemente. E il cobot non è questa l’occasione per poterlo utilizzare, perché sappiamo che hanno un payload ovvero la possibilità di spostare carichi che è molto limitata, si è parla ancora di 3 kg, 9 kg, 15 kg… compreso l’accessorio di presa tra cui li rendono specifici per determinati tipi di operazioni. L’esoscheletro invece è la soluzione che attualmente sembra più promettente. Fatica forse un po’ più del cobot a entrare nell’immaginario dell’imprenditore per supportare le sue maestranze nel lavoro. Però, mentre fino a un po’ di anni fa si pensava esclusivamente a Mazinga e a cose del genere quando si diceva esoscheletro o aumento delle capacità fisiche, in qualche maniera oggi girano fornitori facendo vedere le possibilità, danno in prova questi esoscheletri ed effettivamente c’è la possibilità di vedere i benefici che possono offrire.

[A.B.] Per informazioni, vi invito a raggiungere il sito di Vivat Academia che ricordo è www.vivatacademia.org e lì trovate tutte le informazioni relative al premio di laurea e la modulistica necessaria per la candidatura. Massimiliano, Massimo, io vi ringrazio; avremo modo di rivederci più avanti nell’ultima fase di questo progetto che si concluderà appunto con l’assegnazione e con la cerimonia di premiazione dei premi di laurea. Grazie a tutti, grazie dei vostri interventi e ci aggiorniamo presto.

[M.P.] Grazie a voi

[M.G.] Arrivederci

Condividi sui social:

Lascia un commento